foto sabatinoIn riferimento al comunicato diramato dalla Nuova Gioiese, dove accusa di essere stata aggredita dalla Battipagliese Calcio, la società tiene a precisare la propria posizione. ”Siamo esterrefatti dal comportamento avuto dalla Nuova Gioiese – dichiara Giuseppe Sabatino, Presidente della Battipagliese Calcio – Nello sport bisogna saper perdere con classe e sportività senza gettare fango sulla nostra società che accoglie tutte le squadre con la massima cordialità. La Nuova Gioiese è venuta a Battipaglia con il preciso intento di creare tensioni e scontri sia verbali che fisici.  Siamo stati provocati dalla società calabrese prima, durante e al termine della partita. Il calciatore Crucitti Antonio (indossava la maglia numero 10) proferiva parole ingiuriose durante la partita verso la nostra panchina. A fine gara il parapiglia è iniziato a causa dell’aggressione del calciatore della Nuova Gioiese Cassaro Davide (indossava la maglia numero 3) il quale si è scagliato contro un nostro tesserato. Inoltre, davanti alle forze dell’ordine, dirigenti e calciatori, compreso il mister, ci minacciavano anche di morte ma nessuno di noi ha abboccato alle provocazioni. Il signor Dal Torrione, poi, ci minacciava con testuali parole: “La prossima volta che passerete da Gioia Tauro vi prenderemo a fucilate”. I nostri steward, naturalmente insieme alle forze dell’ordine, hanno sedato il parapiglia – prosegue il Presidente della Battipagliese Calcio – Gli otto minuti di recupero sono stati concessi dall’arbitro perché nel secondo tempo ogni cinque minuti, sul risultato di parità, i calciatori della Nuova Gioiese stramazzavano al suolo con il preciso intento di perdere tempo.  All’andata, poi, siamo stati accolti con sputi e insulti: al termine della partita, al rientro dal campo, il tunnel è stato lasciato aperto affinché gli sputi raggiungessero i nostri tesserati e parlano di sportività? Noi al rientro da Gioia Tauro ci siamo chiusi in un religioso silenzio senza fare comunicati di sorta ma adesso alle bugie della Nuova Gioiese (mistificando la realtà) non ci stiamo. Ci minacciano di morte al nostro passaggio da Gioia Tauro e poi chiedono provvedimenti dalle autorità preposte? Nella vita e nello sport – conclude Giuseppe Sabatino, Presidente della Battipagliese Calcio – bisogna avere un’etica accettando le sconfitte con stile. In questa stagione abbiamo dilapidato una marea di punti oltre il 90’ minuto ma non abbiamo mai gettato fango addosso a nessuno. Credo, onestamente, che la Nuova Gioiese abbia perso una buona occasione per tacere”.