Rastelli1Battuta d’arresto per l’Avellino che, dopo la recente serie di risultati utili, esce sconfitta dal confronto col Bari in un San Nicola gremito per l’occasione. Dopo appena 7′ minuti il Bari è già sull 1-0 grazie al gol di Romizi che frutta un grave errore di Gomis, l’Avellino reagisce e sfiora il pari con Gomis ma al 13′ Caputo porta i padroni sul 2-0. I ragazzi di Rastelli sono in confusione e rischiano il colpo di grazia con un gran destro di Romiti a cui questa volta si oppone Gomis. A quest punto i biancoverdi si scuotono e accorciano le distanza con Comi, bravo a sfuttare un bel pallone lavorato da Castaldo, in finale di tempo gli iripini potrebbero persino pareggiare ma il gol di Comi viene annullato dall’arbitro per il fuorigioco dell’attacante.
Nella ripresa le squadre non accennano a rallentare il ritmo e dopo 4 minuti Sabelli realizza il 3-1 per i pugliesi, gli ospiti accusano il colpo e al 58mo Defendi fallisce clamorosamente la palla del 4-1 calciando addoso a Gomis. Lo scampato pericolo funge nuovamente da shock per l’Avellino e il 3-2 viene prima sfiorato da Comi al 65′, e poi realizzato 4 minuti dopo da Castaldo, bravo a sfruttare il traversone di Zito. La gara si infiamma, con capovolgimenti di fronte da entrambi i lati, fino al 93′ quando viene assegnato un rigore al Bari per il fallo di Pisacane su Sciaudone, dagli 11 metri Caputo trasforma e chiude il sipario sula sfida del San Nicola.