Rastelli1Tre punti ottenuti con il minimo sforzo per l’Avellino nella sfida con il Catania. Partita senza grandi sussulti con gli etnei che non riescono in nessuna occasione ad impensierire il portiere irpino Gomis. La gara inizia su ritmi bassi fino al 22′ quando Arrighini viene atterrato in area da Frisol, ne consegue il fischio di Aurelaiano che assegna il rigore ai padroni; dagli 11 metri Castaldo spiazza Frison e segna il gol partita. Il Catania ci mette 10 minuti a reagire con il tiro di Calaiò che non crea ansie a Gomis, di quì alla fine c’é spazio per un altra occasione per parte.
Nel secondo tempo il Catania tenta l’assalto all’arma bianca in cerca del pari, ma il gioco dei ragazzi di Sanino è sterile e si riduce ad una serie di lanci lunghi per Calaiò il quale riesce a rendersi davvero pericoloso solo 60′ con una doppia conclusione che termina sul fondo. Nell ultima mezz ora accade molto poco, eccetto per una occasione sprecata da Zito che, al 68′, non trasforma in rete un traversone di Regoli.
Per l’Avellino arrivano tre punti preziosi che consentono agli uomini di Rastelli di restare nella scia dei primi in classifica e di affrontare con serenità la prossima trasferta sul difficile campo del Modena.