Castaldo protagonista nella vittoria degli irpini

Castaldo protagonista nella vittoria degli irpini

Nella 39° giornata del campionato di Serie B, l’Avellino vince in rimonta sul Pescara per 3 a 2. Al “Partenio” è un successo importante per la squadra di Rastelli, reduce da due pareggi nelle ultime quattro giornate, che aggancia proprio gli abruzzesi (stop dopo tre vittorie di fila) al settimo posto e vede i play-off, con i biancoverdi in vantaggio negli scontri diretti. Un tempo per parte con gli ospiti che chiudono la prima frazione in vantaggio con un gol di Pettinari, sfiorando più volte il raddoppio. Nella ripresa l’Avellino appare trasformato, ristabilisce la parità su rigore con Castaldo e poi opera il sorpasso con i gol di Zito e Kone; nel finale Pettinari accorcia le distanze.

DOMINIO PESCARA NEL PRIMO TEMPO - Al 14°minuto Pescara in vantaggio: Brugman verticalizza per Pettinari che vince il contrasto con Chiosa e supera Frattali con un tiro a fil di palo. Poco dopo i bianco azzurri sfiorano il raddoppio con un sinistro di Melchiorri, servito da Petttinari, sporcato sulla traversa da Frattali. Ospiti ancora pericolosi al 28° con Brugnan che impegna su punizione il numero uno irpino. In difficoltà e fischiato dai suoi tifosi, l’Avellino non riesce a produrre azioni pericolose. Al 46° Frattali salva ancora la propria porta su Bjarnason. Poco prima della fine della prima frazione l’unico acuto dell’Avellino con Trotta che supera due avversari al limite dell’area e calcia un rasoterra sul quale Aresti si oppone con un grande intervento.

RIPRESA IRPINA – Nella ripresa l’Avellino attacca di più, ma si espone anche al contropiede degli uomini di Barone che al 14° sfiorano ancora il raddoppio con un colpo di testa a botta sicura di Memushaj, respinto d’istinto da Frattali. Al 18° arriva il pareggio dei locali  su rigore: cross di Zito e tocco con il braccio largo di Salamon; dal dischetto Castaldo pareggia i conti firmando il sedicesimo centro stagionale. L’Avellino ci crede, preme di più alla ricerca del vantaggio che arriva al 32° minuto: cross di Castaldo da destra, Aresti esce su Comi ma non blocca, irrompe Zito che insacca a porta vuota. Al 39° il tris irpino ad opera di Kone che con un sinistro deviato da un difensore beffa Aresti. In pieno recupero il Pescara accorcia le distanze con Pettinari che firma la sua doppietta personale. I lupi con questi 3 punti raggiungono quota 57 punti e per non scendere dal treno play-off dovranno vedersela nel prossimo match contro il Bologna al “Dall’Ara”.