Nel prossimo week end via al campionato cadetto.

Ecco come ci arrivano le due compagini campane

tesserCon la chiusura del calciomercato in serie B si attende solo il fischio d’inizio della nuova stagione agonistica. Quest’anno i supporters delle 20 squadre hanno dovuto attendere più del previsto l’inizio del campionato a causa del polverone calcioscommesse che ha visto la squalifica di alcuni club e il ripescaggio di altri. Nel campionato Cadetto ci sono 2 squadre campane che parteciperanno alla nuova regular season: si tratta di Avellino e Salernitana che l’urna per la compilazione del calendario ha voluto opposte le 2 squadre già alla prima giornata in programma all’Arechi il 6 Settembre. Andiamo a vedere come si sono rinforzate le 2 compagini:

AVELLINO

17 operazioni in entrata e 4 in uscita è il borsino della sessione estiva di mercato degli Irpini andata in archivio  a Milano con il gong delle 23. Il club biancoverde, il cui ultimo squillo sul mercato era datato 1 agosto con l’ingaggio di William Jidayi, è tornato a casa con due giovani leve del ’96, Samuel Bastien e Nicolas Napol, che rispettivamente Anderlecht e Atalanta hanno spedito in Irpinia con lo scopo di fargli acquisire esperienza. Calma piatta invece all’Ata Hotel Executive sul fronte delle uscite con Simone Petricciuolo rimasto alla corte del neo tecnico Attilio Tesser per sopperire al ritardo di inserimento di Milan Nitriansky ed Eros Schiavon aggrappato al suo ultimo anno di contratto con la prospettiva, alla sua scadenza, di un biennale altrove. Gennaro Tutino ha deciso di giocarsi le sue carte almeno fino a gennaio in un reparto affollato dove la concorrenza è elevata. Le attenzioni dei dirigenti biancoverdi ora sono tutte concentrate sulla risoluzione del rapporto con Eugenio Romulo Togni. L’accordo tra le pari è molto vicino e permetterà all’Avellino di avere un posto libero in lista per eventuali integrazioni over a gennaio, oltre ad un pesante ingaggio in meno al libro paga. Con lui in uscita, l’allenatore avrà a disposizione ben 28 calciatori con abbondanza di scelta in tutti i reparti. In difesa, il coach avrà due pedine per ruolo (tre nel caso della fascia destra) e pertanto potrà gestire al meglio le rotazioni in un campionato in cui a maggior ragione quest’anno bisognerà dosare le forze con sei turni infrasettimanali. Assortito il pacchetto dei centrali con due “destri” come Rea e Biraschi e due “sinistri” con Ligi e Chiosa. L’esplosione di Biraschi nel precampionato dovrebbe portare Tesser a schierare l’ex Grosseto in coppia con uno tra Rea e Ligi, apparsi inizialmente i potenziali titolari al centro della retroguardia. Sulle fasce, Visconti ha il posto fisso a sinistra mentre Nitriansky deve guardarsi dalle insidie di Nica. Otto i centrocampisti chiamati ad alimentare le dinamiche tattiche del rombo. L’uomo di punta è certamente Gavazzi, capace di giocare indifferentemente sia sul versante destro che su quello sinistro. Il suo sostituito sul centrodestra dovrebbe essere Jidayi dal momento che Tesser sembra voler affidare a D’Angelo il comando delle operazioni davanti alla difesa in alternanza con Arini. Zito e Schiavon lotteranno per il ruolo di mezzala sinistra con l’ex Ternana a suo agio nei piani di Tesser già conosciuto in rossoverde due stagioni fa. Il “jolly” Bastien dovrà sprigionare tutto il suo potenziale per mettere in difficoltà l’allenatore relativamente all’equilibrio di massima raggiunto in mediana. D’Attilio parte in ultima fila, ma rispetto alla gestione Rastelli ha la consapevolezza di godere della considerazione della guida tecnica. Fino al rientro di Castaldo (previsto il 27 novembre) la coppia delle meraviglie Trotta-Tavano non si tocca. Alle loro spalle Mokulu o l’ultimo arrivato Napol che parleranno la stessa lingua gomito a gomito nel tentativo di spuntarla per una maglia da titolare. In zona ispirazione appare salda la posizione di Insigne dal quale il Napoli si aspetta la consacrazione per un futuro prossimo in azzurro. L’alternativa è Soumarè, anche lui desideroso di sbocciare, mentre Tutino rimane confinato al ruolo di terza scelta per la trequarti.

La rosa 2015/2016 dell’Avellino (in maiuscolo gli acquisti):

Portieri: BIANCO (’94), Frattali (’85), OFFREDI (’88).

Difensori: BIRASCHI (’94), CHIOSA (’93), GIRON (’94), LIGI (’89), NICA (’93), NITRIANSKY (’90), Petricciuolo (’95), REA (’82), Visconti (’89).

Centrocampisti: Arini (’87), BASTIEN (’96), D’Angelo (’85), D’ATTILIO (’94), GAVAZZI (’86), JIDAYI (’84), Schiavon (’83), Togni (’82), Zito (’86).

Attaccanti: Castaldo (’82), INSIGNE (’94), Mokulu (’89), NAPOL (’96), Soumarè (’96), TAVANO (’79), Trotta (’92), TUTINO (’96).

Formazione titolare  tipo (4-3-1-2): Frattali; Nitriansky, Biraschi, Rea (Ligi), Visconti; Gavazzi, Arini, Zito; Insigne; Trotta, Tavano.

 

SALERNITANA

 

Escono Russotto e Calil, Entrano Donnarumma e Frison. I granata, in pratica, hanno chiuso la sessione di calciomercato estivo con queste ultime scelte che, per la verità, hanno fatto arrabbiare soprattutto i partenti. Caetano Calil, il vice capocannoniere dello scorso anno in Lega Pro è andato al Catania, tornando nella categoria dalla quale era stato promosso con la Salernitana in B. Lo stesso è accaduto per Russotto, prelevato a giugno dal Catanzaro, che ha svolto la preparazione con Torrente, dove ha collezionato due  apparizioni in Coppa Italia e nell’ultima amichevole con il Bari per poi lasciare Salerno, tra le polemiche, perché anche lui giocherà a Catania.

Con la partenza dei due calciatori arrivano il portiere Frison, che farà da chioccia a Strakosha, giovane portiere albanese e Alfredo Donnarumma, 25 anni, del Teramo che si è svincolato da questa società dopo la retrocessione in Lega Pro per lo scandalo della gara truccata contro il Savona. L’allenatore Torrente  finalmente, potrà lavorare con questa che si appresta ad iniziare il campionato di B nella partita casalinga contro i lupi, gara ad alto rischio perché tra le due tifoserie non corre buon sangue.

La rosa 2015/2016 della Salernitana.

 

Giocatore Ruolo
 Ronchi  Mirko Portiere
 Strakosha  Thomas Portiere
 Colombo  Riccardo Difensore
 Dragonetti  Andrea Difensore
 Franco  Michele Difensore
 Lanzaro  Maurizio Difensore
 Pollace  Gianluca Difensore
 Schiavi  Raffaele Difensore
 Trevisan  Trevor Difensore
 Tuia  Alessandro Difensore
 Arcaleni  Marco Centrocampista
 Bovo  Andrea Centrocampista
 Castiglia  Ivan Centrocampista
 Grillo  Antonio Centrocampista
 Moro  Davide Centrocampista
 Perrulli  Giampietro Centrocampista
 Pestrin  Manolo Centrocampista
 Russotto  Andrea Centrocampista
 Sciaudone  Daniele Centrocampista
 Troianiello  Gennaro Centrocampista
 Eusepi  Umberto Attaccante
 Gabionetta  Denilson Martino Attaccante
 Nalini  Andrea Attaccante