Empoli – Avellino 0-1

Rastelli1Un colpo di quelli da ricordare, che potrebbe rappresentare anche la svolta della stagione. E’ quello che piazza l’Avellino espugnando il “Castellani” di Empoli, grazie alla rete di Izzo in apertura di secondo tempo, nell’anticipo della 28esima giornata di serie B. Si tratta del primo successo nel 2014 per gli irpini, capaci di portare via tre punti pesantissimi che li proiettano al terzo posto, in coabitazione con il Lanciano a quota 44 punti, appena due in meno della stessa compagine toscana, seconda in classifica alle spalle del Palermo anche se in casa non vince dal 17 novembre. Dopo un primo tempo sostanzialmente equilibrato, con un paio di occasioni per parte, la gara si sblocca al 12′ della ripresa. Sul calcio d’angolo battuto da Ciano, in area Izzo salta piu’ alto di tutti e di testa batte Bassi. Cinque minuti e il compito dei padroni di casa si fa ancora più difficile: fallo di Laurini, gia’ ammonito, su Pisacane e secondo giallo e conseguente rosso per il difensore azzurro. Al 20′ Empoli vicino al pareggio: assist del neo entrato Pucciarelli per Tavano, ma l’attaccante toscano da due passi non trova lo specchio della porta. Al 40′ la squadra di Sarri resta in nove per l’espulsione di Croce, che in reazione a un fallo subito colpisce con una manata sul viso Angiulli e l’arbitro Di Paolo non puo’ far altro che mostrargli il cartellino rosso. Inutili i 5′ di recupero, dove anzi a sfiorare il raddoppio è Galabinov (inserito solo nella ripresa, essendo rientrato da poche ore dall’impegno con la Nazionale bulgara) per i lupi di Rastelli, che al triplice fischio fanno esplodere la loro gioia per un’affermazione così pesante.

Juve Stabia – Palermo 0-3

bragliaTroppo ghiotta l’occasione per farsela scappare. La capolista Palermo, pur con gli uomini contati in attacco, fa un sol boccone del fanalino di coda Juve Stabia (3-0) nel “monday night” della 28a giornata e con i tre punti conquistati porta a sette lunghezze il vantaggio sulla seconda in classifica, l’Empoli, battuto in casa venerdi’ sera nell’anticipo dall’Avellino. Bastano 4′ al Palermo per passare in vantaggio. Cross in area di Vazquez per la testa di Bolzoni che, indisturbato, manda la palla in gol. Altri dieci minuti ed ancora il centrocampista rosanero, a seguito di un calcio di punizione battuta da Dybala insacca da posizione ravvicinata. La capolista dilaga ed al 33′ si porta avanti per 3-0. Dybala serve Vazquez che dal limite trafigge Benassi con un tiro a giro.