MAZARA-TRAPANI 0-2

Cosmi, dopo la salvezza, confermato sulla panchina del Trapani

Cosmi, dopo la salvezza, confermato sulla panchina del Trapani

Mazara: Iacono, Genesio, Cammareri (24′st Mbabazi), Fontana, Gallina (36′st Porzio), De Vita (22′ Palazzo), Falsone (11′st Licari), Fina (35′st Carbone), Erbini (6′st Esposito), Bono (20′st Ferracane) (43′st Del Porto), Messina (17′st Rosella). A disposizione: Cusumano. All. Nicola Terranova

Trapani: Nicolas (1′st Fulignati), Fazio (36′st Accardi), Perticone, Scognamiglio (18′st Pagliarulo), Rizzato, Raffaello, Scozzarella (1′st Cavagna), Eramo (23′st De Vita), Coronado, Torregrossa (1′st Sparacello), Citro. A disposizione: Bagatini, Pastore, Sodinha. All. Serse Cosmi

Arbitro: Crescenti di Trapani; Assistenti: Barone di Marsala e Vinci di Marsala

Reti: Fazio al 21’, Coronado al 30’ st

Ammoniti: Perticone e Pagliarulo nel Trapani

La cronaca

Primo Tempo

1′ – Comincia la gara
7′ – Doppio corner per i granata: la difesa di casa riesce ad allontanare in entrambe le occasioni
9′ – Punizione dal limite per il Mazara: il sinistro di Bono finisce fuori di poco;
10′ – Occasione per il Trapani: il tiro di Citro viene respinto da Iacono
16′ – Cross di Coronado e colpo di testa di Torregrossa che termina peró sul fondo
18′ – Grande doppia chance per i granata prima con Coronado e poi con Citro
19′ – Colpo di testa di Coronado, Iacono devia in corner
21′ – Vantaggio granata: colpo di testa vincente di Fazio sugli sviluppi del corner
23′ – Occasione per Erbini, palla a lato. Primo cambio della gara: nel Mazara fuori De Vita dentro Palazzo
25′ – Cross dalla sinistra e colpo di testa di Raffaello di poco alto
35′ – Occasione per Torregrossa da pochi passi: la difesa canarina allontana
37′ – Altra chance per il Trapani: stavolta Eramo sciupa da posizione ravvicinata
44′ – Destro a giro da fuori di Coronado, Iacono respinge;
45′ – Termina la prima frazione di gioco

Secondo Tempo

Tre cambi nel Trapani ad inizio ripresa: fuori Nicolas, Scozzarella e Torregrossa e dentro Fulignati, Cavagna e Sparacello
1′ – Ricomincia la gara
3′ – Destro di Raffaello da fuori, palla a lato
10′ – Sinistro da fuori di Citro: palla alta di poco
15′ – Destro da fuori di Palazzo, Fulignati smanaccia in angolo
16′ – Ci prova Coronado, deviazione di Iacono che si rifugia in corner
18′ – Cambio nel Trapani: Pagliarulo prende il posto di Scognamiglio
19′ – Tiro di Coronado dal limite, Iacono para senza problemi
21′ – Destro al volo di Perticone, ancora una volta Iacono si oppone
23′ – Sostituzione per i granata: De Vita prende il posto di Eramo
28′ – Ci prova ancora Coronado, para il portiere Iacono;
29′ – Sinistro di Citro centrale
30′ – Raddoppio granata: Coronado mette dentro approfittando di un errore della difesa di casa
32′ – Ammonito Perticone per un fallo su Palazzo al limite dell’area
33′ – Sparacello a tu per tu con Iacono si fa respingere il destro dal guardiapali canarino;
34′ – Torre di Pagliarulo per Raffaello: palla alta
36′ – Altro cambio nel Trapani: entra Accardi esce Fazio
37′ – Occasione per Citro, para Iacono
44′ – Giallo per Pagliarulo
45′ – Due minuti di recupero
46′ – Colpo di testa di Raffaello sugli sviluppi di un corner: palla a lato
47′ – Termina l’incontro: il Trapani batte il Mazara 2-0 grazie alle reti di Fazio e Coronado

Le dichiarazioni post gara di mister Serse Cosmi

Un test che, al di là del risultato, non lascia soddisfatto mister Serse Cosmi, in particolare a livello di atteggiamento della squadra: “Soprattutto nel primo tempo non ho visto quello che mi sarei aspettato. Nel complesso la squadra non ha risposto bene a quelle che erano le indicazioni. C’è da capire se gli errori sono stati fatti per disattenzione o per stanchezza”. Una partita che ha però certamente dato al tecnico granata ulteriori indicazioni per prepararsi al meglio in vista dell’inizio del campionato: “Dopo la gara di Coppa Italia abbiamo deciso di riprendere, anche con queste gare, la preparazione per il campionato, il cui inizio era previsto inizialmente per fine agosto ed invece è slittato a settembre. Questa è stata una partita di scarico e da lunedì ci rimettiamo al lavoro per entrare in clima campionato. Dopo la partita contro il Cagliari, nonostante l’eliminazione dalla Coppa Italia, anche a livello mentale poteva subentrare un certo appagamento, per la prestazione, per essercela giocata fino all’ultimo, ed invece noi ci stiamo allenando per arrivare pronti all’inizio del campionato”. Obiettivi? Mister Cosmi lo ripete ancora una volta: “La terza salvezza consecutiva sarebbe motivo di orgoglio per la nostra squadra, per la città, per la provincia di Trapani e per la Sicilia. Tra serie A e serie B ci sono solo due squadre siciliane, il Palermo in A e noi in B”.