sabato 22 settembre 2018

PROMOZIONE CAMPANIA


Procida-Poggiomarino 3-0, gli isolani continuano a volare

By  Published: 1st maggio 2018

 A segno al 1’ e 55’ L.Costagliola e al 30’ Micallo

isola di procidaTermina 3-0 allo “Spinetti” questa semifinale playoff tra Procida e Poggiomarino. I ragazzi di Iovine e Lubrano regalano spettacolo davanti ai tanti tifosi accorsi quest’oggi allo stadio per sostenere i biancorossi. Ora la formazione procidana dovrà vedersela fuori casa con la Virtus Ottaviano.
INIZIA IL MATCH: Biancorossi che partono subito con il coltello tra i denti e colpiscono con il solito Lorenzo Costagliola che al 1’ colpisce al volo su ottimo cross da calcio di punizione e fa 1-0, confermandosi autentico bomber di razza e miglior marcatore del Procida Calcio. Padroni di casa che nonostante la doppia chance di risultato per passare il turno partono con la voglia e la fame di voler vincere il match affrontando a viso aperto e con determinazione gli ospiti del Poggiomarino. Al 6’ ancora i biancorossi questa volta con Cibelli che colpisce di testa ma non batte il portiere Prete. Al 7’ proprio un ispiratissimo Cibelli lancia in profondità il compagno d’attacco L.Costagliola che però si allunga il pallone e blocca in uscita Prete. Al 12’ ancora il Procida con Micallo che sfiora il pallone di testa dal limite dell’area piccola, ma nulla da fare per lui. Al 15’ Prete esce e colpisce di testa, sfera che termina sul mancino di Costagliola A. che calcia a porta vuota ma palla che termina di poco sopra la traversa. Il Poggiomarino, tramortito dall’inizio sprint dei padroni di casa, cerca però di reagire e lo fa discretamente, al 16’ Balzano fa partire il cross con la sfera che colpisce la traversa, brividi per la porta di Lamarra. Al 30’ episodio chiave del match con A.Costagliola che serve un assist al bacio per Cibelli che in area di rigore viene atterrato ed è calcio di rigore per il Procida e rosso per doppia ammonizione per Parlato,Poggiomarino costretto a giocare i restanti 60 minuti in 10. Dal dischetto ci va il capitano Giovanni Micallo che sfida Prete e lo batte calciando la palla sotto la traversa e portando i biancorossi sul doppio vantaggio. Il gol del capitano Micallo dà ulteriori sicurezze ad un Procida battagliero nonostante va dato merito al Poggiomarino di non essersi mai scoraggiato. Termina 2-0 la prima frazione di gioco con i padroni di casa che amministrano il doppio vantaggio targato L.Costagliola e Micallo.
INIZIA IL SECONDO TEMPO: Al 2’ della seconda frazione di gioco Russo perde un pallone sanguinolento nei pressi della sua area di rigore e commette fallo da ultimo uomo su Guadagno, espulsione anche per Russo e ristabilita dunque la parità numerica in campo con entrambe le squadre costrette a giocare in 10. Secondo tempo che comincia a ritmi più contenuti della prima frazione di gioco come normale che sia quest’oggi sotto un caldo asfissiante allo “Spinetti”. Gli ospiti vogliono reagire e ci provano soprattutto con gli ispiratissimi Agnello e Ferrara. L’euforia degli ospiti però viene spenta dal solito killer dell’area di rigore Lorenzo Costagliola che si fa trovare pronto sull’ennesima ottima giocata di Cibelli che parte in contropiede lanciato da Saurino e supera il portiere Prete in uscita sulla trequarti da ultimo uomo, Cibelli dalla fascia crossa per L. Costagliola che stoppa il pallone e sentenzia col destro il Poggiomarino facendo 3-0 e doppietta personale. Giochi praticamente chiusi allo Spinetti con i tifosi biancorossi che si divertono grazie alle giocate dei ragazzi di Iovine e Lubrano, quest’oggi davvero con il sangue agli occhi come spesso si è visto anche durante il campionato. Al 19’ ci prova per gli ospiti Ferrara da fuori area ma para Lamarra. Al 26’ sempre il 9 biancorosso L.Costagliola che supera Prete ma questa volta il portiere del Poggiomarino riesce in un secondo momento ad opporsi ed evitare il 4-0. Tanti cambi da una parte e dall’altra a causa delle tante energie sprecate quest’oggi in campo complice il caldo e l’importanza della gara secca. Sul finale di gara, al 40’ Cibelli ha l’occasione per iscriversi anche lui nel tabellino dei marcatori ma da solo davanti a Prete si fa parare il tiro. Tanti applausi e standing ovation per le uscite dal campo di L.Costagliola & Co e soprattutto per l’ormai solita ma sempre emozionante consegna della fascia di capitano da Micallo a Nicola Intartaglia, subentrato negli sgoccioli di match.
Dopo 3 minuti di recupero, l’arbitro dice che può bastare così e manda tutti negli spogliatoi con il Procida che domina e vince 3-0 contro un Poggiomarino che ne esce comunque a testa alta. Un’altra bella vittoria arrivata davanti ai tanti procidani, quest’anno abituati a prestazioni del genere tra le mura amiche. I ragazzi di Iovine e Lubrano si confermano ispirati e vogliosi in avanti e sempre attenti dietro, l’unica macchia del match è l’espulsione di Russo in vista soprattutto del prossimo match ad Ottaviano. Il Procida continua a volare ma non è finita, ora direzione Ottaviano con un solo risultato a disposizione per proseguire il sogno biancorosso.
PROCIDA CALCIO: Lamarra; Lubrano V., Russo, Micallo, Boria; Mammalella (60’ Annunziata), Muro (65’ Barone), Saurino (85’ Auciello), Costagliola A. (51’ Lubrano P.), Cibelli, Costagliola L. (80’ Intartaglia).
A disposizione: Telese, Vanzanella.
Allenatore: Iovine Giovanni – Lubrano Biagio.
POGGIOMARINO: Prete; Ferrara, De Rosa (60’ Aufiero), Perone (46’ Nunziata), Parlato, Falco, Balzano (38’ Cangianello), Desiderato, Guadagno (67’ Crisantemo), Agnello, Lucarelli (60’ Longobardi).
A disposizione: Coticelli, Casalino.
Allenatore: Teta.
ARBITRO: Gerardo Garofalo di Torre del Greco.
ASSISTENTI: Vincenzo Sabatino di Napoli ; Claudio Giangreco di Salerno.
AMMONITI: A.Costagliola (Procida); De Rosa, Longobardi (Poggiomarino).
ESPULSI: Parlato (Poggiomarino); Russo (Procida).
RETI: 1’, 55’ L.Costagliola, 30’Micallo.
Spettatori: 500 circa.


Related articles


Comments (0)





Turn on pictures to see the captcha *

sample side banner