AvellinoCROTONE AVELLINO 3 A 1

Il Crotone torna a vincere dopo il pareggio casalingo col Brescia e la sconfitta a Pescara risale al secondo posto della classifica, portandosi alle spalle della capolista Cagliari a due punti di distanza. Finisce 3-1 per gli uomini di mister Juric. Non è stata una vittoria facile perché i rossoblù hanno dovuto faticare davvero tanto per avere ragione dell’Avellino specie nel primo tempo, dove i calabresi hanno anche tremato per qualche gol mancato dagli irpini. Assenze importanti nelle file irpine, oltre a Tavano e Rea, mister Tesser deve rinunciare anche a Trotta. Pronti via ed è già brivido per i tifosi del Crotone: Mokulu mette in mezzo per Jiday che incrocia troppo il destro che termina a fondo campo. Avellino più presente rispetto al Crotone che fatica ad imbastire una buona trama d’azione. Al 37’ una sventola di Jiday da fuori area che termina non distante dai pali di Cordaz. Al 44’ il Crotone passa in vantaggio in pratica al primo tiro in porta: Cross dal fondo di Martella, sul pallone va di testa Zampano ma la palla gli torna sul piede sinistro, pallonetto sul palo lungo e nulla da fare per Frattali e per i suoi compagni. Prima rete in Serie B per l’esterno rossoblù e undicesimo giocatore in gol tra le fila del Crotone. Dopo il riposo, l’Avellino si butta immediatamente nella metà campo avversaria per riprendere il risultato. Al 4’ ci prova Visconti da fuori area con un sinistro che passa non lontano dal palo della porta di Cordaz. Il Crotone si dà una scossa al 7’ e per poco Ricci non mette dentro il pallone del raddoppio ma i difensori campani riescono a sventare il pericolo. Al 10’ tiro da fuori da parte di Bastien con pallone che sibila non distante dalla porta crotonese. Al 12’ proprio Bastien lascia il campo per Zito, ma 3′ dopo il Crotone raddoppia con un’azione da manuale: un caparbio Martella si incunea nell’area di rigore avversaria per mettere un pallone rasoterra per Ricci che di tacco insacca e quarto gol per l’attaccante scuola Roma. Al 27’ Juric richiama Stoian in panchina al posto di De Giorgio, mentre il Crotone affonda ancora una volta sulla sinistra e al 32’ trova anche la terza rete. È De Giorgio che di tacco smarca Capezzi, dal limite trova lo spiraglio giusto per servire Budimir che si aggiusta la palla e spara un sinistro sotto la traversa rendendo inutile il tentativo di Frattali. Anche per il croato è il 4° gol in stagione. L’Avellino accorcia le distanze al 38’ con Roberto Insigne, che trova un varco nella difesa e riesce a bucare Cordaz da fuori area, ma il risultato fino al 90° non cambia. Con questa battuta d’arresto i biancoverdi rimangono fermi a quota 13 punti appaiati al 16° posto in classifica. Il gruppo è già a lavoro in vista del match casalingo contro il Latina.

TABELLINO

Crotone (3-4-3): Cordaz; Yao, Claiton, Ferrari; Zampano, Capezzi, Salzano, Martella; Ricci (dal 23′ st Tounkara), Budimir, Stoian (dal 28′ st De Giorgio). A disposizione: Festa, Balasa, Paro, Cremonesi, Modesto, Barberis, Firenze. Allenatore: Juric.

Avellino (4-3-2-1): Frattali; Biraschi, Chiosa, Ligi, Visconti; D’Angelo (dal 18′ st Insigne), Jidayi, Arini; Gavazzi (dal 36′ st Napol), Bastien (dal 12′ st Zito); Mokulu. A disposizione: Offredi, Nica, Giron, Petricciuolo, D’Attilio, Soumarè. Allenatore: Tesser.

Arbitro: Nasca di Bari.